Come scegliere il riso giusto?

risoIl riso, un cereale amato da molte popolazioni e un ottimo alimento per la nostra dieta. Parlando del riso bisogna sapere che esistono una infinità di tipologie di riso che si distinguono tra loro per la forma e la dimensione. Quando si vuole cucinare del riso si nota immediatamente come in commercio ci sono varie tipologie, come ad esempio il riso selvatico detto anche riso degli Indiani, il riso a grani lunghi come il parboiled, il riso a cottura rapida dato che ha già subito una cottura parziale, il riso integrale che è di colore marrone, ecc.

Parlando di riso italiano, ne possiamo vedere 4 tipi in particolare: il riso tondo, riso medio e 2 tipi di riso lungo. Il riso rotondo, come dal nome, ha appunto grani rotondeggianti, è il più comune e viene utilizzato per le minestre e per i dolci; il riso medio ha grani leggermente allungati ed è impiegato per preparare il riso bollito, timballi e gli adorati supplì; il riso a grani lunghi o molto lunghi è il più indicato per la preparazione di risotti infatti questi tipi di riso sono molto resistenti alla cottura.

Dopo queste piccole premesse, è sicuramente chiaro che se si deve cucinare un buon piatto a base di riso non bisogna pensare che un tipo vale l’altro, ma bisogna scegliere con attenzione quello più indicato al piatto che si vuole realizzare.

Un piccolo consiglio utile relativo al riso è sicuramente legato alla conservazione, infatti una caratteristica di questo alimento è che assorbe odori con estrema facilità, quindi è opportuno conservare il riso sottovuoto o in recipienti di vetro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *